PORTALE TRASPARENZA RIFIUTI ARERA

Portale per i Comuni dedicato alla Trasparenza per la gestione dei rifiuti, completo di tutti i riferimenti normativi come previsto dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

Rif. normativi:

  • Delibera ARERA del 31 ottobre 2019 - 444 /2019/R/Rif - Allegato A - Versione integrata con le modifiche apportate con la Delibera ARERA 15/2022/R/RIF
  • Delibera ARERA del 18 gennaio 2022 - 15/2022/R/RIF - Testo unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani (TQRIF)

Informazioni e servizi per l’utenza

Informazioni inerenti l'identificazione dei gestori dei servizi di igiene urbana e delle tariffe

Gestore che eroga il servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti urbani:

 Ditta Universal Service Srl  

con sede legale in S.P. 86 Km 8,900+500 – Via per Sava - cap 74020 - San Marzano di San Giuseppe (TA)-, P.IVA 00779920735

 Per ulteriori informazioni inerenti il Gestore dei servizi di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti urbani è possibile consultare il seguente link:  https://www.ecocellino.it/contatti/

Contatti dei gestori, orari di apertura degli uffici e modalità di accesso alle informazioni ed ai servizi per l'utenza

·Gestore che eroga il servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti urbani:                                            ditta Universal Service Srl

· Il Gestore può essere contattato telefonicamente, a mezzo mail, pec .

Riferimenti Gestore del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti urbani:

·  Sportello online: www.ecocellino.it

·  Numero Verde:  800.58.82.16

·  Posta ordinaria: Via S.P. 86 Km 8,900+500 – Via per Sava - 74020 – San Marzano di         San Giuseppe (TA)

·  Email: universalservicesrl1@gmail.com

·  PEC: universalservicesnc@pec.it

Recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento

 

· Sezione in corso di aggiornamento         

Modulistica per l'invio di reclami inerenti il servizio di igiene urbana e la gestione delle tariffe

·Modulo reclamo

oppure

https://www.ecocellino.it/download/

Calendario, orari e modalità di raccolta dei rifiuti

 CALENDARIO

 Il rifiuto deve essere conferito conforme ed omogeneo altrimenti non sarà ritirato. Posizionare gli appositi contenitori sul marciapiede di casa a partire dalle ore 22:00 fino le 5:00 del giorno prima di raccolta (vedi specifico)

Campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti

 Al momento non sono previste campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti nel Comune   di Cellino San Marco .

 

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

· https://www.ecocellino.it/

Carta della qualità del servizio

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune

·La percentuale di raccolta differenziata conseguita dal Comune di Lecce può essere visualizzata sul sito dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) al seguente link:
Catasto rifiuti ISPRA
Le informazioni presenti sul sito dell’ISPRA potrebbero non essere aggiornate a causa delle tempistiche impiegate dallo stesso Istituto per l’elaborazione e la pubblicazione dei dati.
Per consultare dati maggiormente aggiornati, è possibile utilizzare l’Osservatorio Rifiuti della Regione Puglia al seguente link: https://pugliacon.regione.puglia.it/orp/public/servizi/rsu-per-comune inserendo l’anno di interesse e selezionando il Comune di Cellino San Marco

Calendario del servizio di spazzamento e lavaggio strade e divieti di viabilità e sosta

Piante stradali relative ai sevizi di spazzamento manuale e meccanico di Cellino S. Marco

Regole di calcolo della tariffa

La tariffa è commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte, sulla base delle disposizioni contenute nel Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158,  sulla base del Piano finanziario con specifica deliberazione del Consiglio comunale, da adottare entro la data di approvazione del bilancio di previsione relativo alla stessa annualità.

La tariffa è composta da una quota fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare agli investimenti per opere e ai relativi ammortamenti,  e da una quota variabile, rapportata alle quantità media di rifiuti conferiti, alle modalità del servizio fornito e all’entità dei costi di gestione, in modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio, compresi i costi di smaltimento.

La composizione della quota fissa, di quella variabile e la ripartizione tra utenze domestiche e non domestiche avviene sulla base della legge e degli interventi regolatori dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).

La tariffa è articolata nelle fasce di utenza domestica e di utenza non domestica in entrambi i casi, si compone di una quota fissa e di una variabile.

in particolare, per le utenze domestiche la quota fissa della tariffa è determinata applicando alla superfice dell'immobile abitativo e i locali che ne costituiscono pertinenza, le tariffe per unità di superficie parametrate al numero di componenti; mentre la quota variabile è determinata in relazione al numero di occupanti.    

Eventuali riduzioni della tariffa

 Sezione in corso di aggiornamento

Delibere approvazione tariffe

 Sezione in corso di aggiornamento

Regolamento TARI

Regolamento per la disciplina della tassa sui rifiuti TARI

Modalità di pagamento

Il versamento del tributo può essere effettuato avvalendosi del modello F24 ed attraverso gli strumenti elettronico di pagamento, quale il PagoPA, attraverso la piattaforma di cui all’art. 5 del Codice di cui al D.Lgs 7/3/2005 n. 85 (CAD) che ne garantiscono la velocizzazione. Entrambi gli strumenti sono allegati all’avviso Tari inviato al contribuente. 

Scadenze per il pagamento

La riscossione ordinaria della TARI viene effettuata con cadenza annuale; il gestore dell’attività di gestione delle tariffe e rapporto con gli utenti (Comune - Settore Tributi) è tenuto a garantire all’utente almeno due rate di pagamento a scadenza semestrale, fermo restando la facoltà dell’utente di pagare in unica soluzione. 
Il Comune predispone ed invia, a mezzo posta ordinaria, posta elettronica PEO o PEC, domicilio digitale, un avviso di pagamento. 
Il contribuente è comunque tenuto al versamento del tributo entro i termini di scadenza e con le modalità stabilite dal  regolamento, con l’applicazione delle tariffe ed eventuali detrazioni stabilite annualmente con deliberazione consiliare, il mancato ricevimento dell’avviso non giustifica il mancato o tardivo versamento del tributo dovuto.
L'avviso contiene l'indicazione analitica degli elementi sulla base dei quali è determinato il debito. 
Il Comune riscuote il tributo comunale suddividendo l’ammontare complessivo secondo il numero di rate e nelle date, annualmente deliberate dal Consiglio Comunale. È comunque consentito il pagamento in unica soluzione. 
In caso di mancato ricevimento dell’avviso di pagamento, il contribuente è tenuto a contattare l’ufficio dell’ente impositore, il quale provvederà a fornirne il duplicato. 

Informazioni per omesso/ritardo pagamento

In caso di mancato o parziale versamento dell’importo richiesto alle prescritte scadenze, il Comune provvede alla notifica, anche mediante servizio postale con raccomandata con ricevuta di ritorno o posta elettronica certificata dell’avviso di accertamento con irrogazione delle sanzioni previste dall’art. 1, comma 695, della Legge 27/12/2013, n. 147 e l’applicazione degli interessi di mora la cui misura è definita nel regolamento comunale sulle entrate tributarie.

Procedura per segnalazione errori importi

Il contribuente può presentare richieste di informazioni relative all’applicazione del tributo ed al servizio di gestione delle tariffe e del rapporto con gli utenti e richieste di rettifica degli importi addebitati. Le richieste di rettifica degli importi addebitati sono presentate utilizzando gli appositi moduli predisposti dal Comune, scaricabili in calce alla seguente sezione “Attivazione, variazione e cessazione di una utenza” e disponibili presso gli uffici comunali. Sono comunque valide le richieste inviate senza utilizzare i modelli comunali, purché contenenti i dati identificativi dell’utenze (nome, cognome, codice fiscale, recapito postale e di indirizzo di posta elettronica, codice utente, indirizzo dell’utenza, coordinate bancari e/o postali per l’eventuale accredito degli importi addebitati).

Il Comune invia la risposta motivata agli stessi entro 30 giorni lavorativi dalla data di ricevimento, per le richieste scritte di informazioni, ed entro 60 giorni lavorativi, per le richieste di rettifica degli importi addebitati,  fatti salvi eventuali diversi termini previsti dalla disciplina dei procedimenti amministrativi.

Le risposte di cui al comma precedente sono formulate in modo chiaro e comprensibile, utilizzando una terminologia di uso comune e riportano i seguenti contenuti minimi:

  • il riferimento alla richiesta scritta di informazioni o di rettifica degli importi dovuti;
  • il codice identificativo del riferimento organizzativo del gestore incaricato di fornire, ove necessario, eventuali chiarimenti (numero del protocollo d’acquisizione)

Nel caso richiesta di rettifica degli importi addebitati, devono essere riportati nella risposta, oltre agli elementi indicati nel comma precedente:

  • la valutazione documentata effettuata dal Comune rispetto alla fondatezza o meno della lamentela presentata nel reclamo, corredata dai riferimenti normativi applicati;
  • la descrizione e i tempi delle azioni correttive poste in essere dal Comune;
  • la valutazione della fondatezza o meno della richiesta di rettifica corredata dalla documentazione e dai riferimenti normativi da cui si evince la correttezza delle tariffe applicate in conformità alla normativa vigente;
  • il dettaglio del calcolo effettuato per l’eventuale rettifica;

l’elenco dell’eventuale documentazione allegata.       

Attivazione della riscossione in formato elettronico (online)

 Sezione in corso di aggiornamento.   

Modalità e termini per l’accesso alla rateizzazione degli importi

E’ ammessa la possibilità di ulteriore rateizzazione di ciascuna delle rate emissione ordinaria:

  • agli utenti che dichiarino mediante autocertificazione ai sensi del decreto del presidente della Repubblica 445/2000 di essere beneficiari del bonus sociale per disagio economico previsto per i settori elettrico e/o gas e/o per il settore idrico;
  • qualora l’importo addebitato superi del 30% il valore medio riferito ai documenti di riscossione emessi negli ultimi due (2 anni);

la richiesta di ulteriore rateizzazione dell’avviso Tari ordinaria, da parte del’utente che ne ha diritto deve essere presentata entro la scadenza del termine di pagamento della prima rata riportata nel documento di riscossione.     

Attivazione, variazione e cessazione di una utenza

Dichiarazione TARI

Tariffa media

Sezione in corso di aggiornamento

Standard generali di qualità del servizio di igiene urbana

Sezione in corso di aggiornamento 

Comunicazioni ARERA

Al momento non sono presenti comunicazioni da parte di Arera.
I riferimenti normativi sono consultabili ai seguenti link:


Loading...